HC Bondeno abbassa le ali alle farfalline.

Si conclude nel migliore dei modi la stagione dell’Hockey Bondeno, con una bella vittoria contro i già promossi romani del Butterfly. Partita non facile quella di sabato, contro una formazione venuta in Emilia per fare i 3 punti, dopo 70 minuti duri e nervosi, che i ragazzi di Mr. Andreoli hanno sempre avuto in pugno. La tensione si sente già dall’inizio, dopo alcuni interventi poco corretti e provocatori dell’argentino romano Herrera, ma è il Bondeno che passa in vantaggio su corner corto del solito Moroz. Immediato pareggio dello specialista Grossi, sempre su corner corto, e ancora sorpasso matildeo di Tartari. A metà primo tempo gran gol di Ale Bergamini, che salta difensore e portiere con un gioco di prestigio, per appoggiare in rete a porta vuota. Sul finire della prima frazione, gli ospiti accorciano ancora su corto. Primo tempo condito ancora da alcuni buoni interventi del portierino Reggiani, che sostituiva l’indisponibile Nizzi, e alcuni scontri di gioco, che portano a diversi cartellini gialli da entrambe le parti.
Nel secondo tempo cambia l’intensità di gioco dei bondesani, che rispondono sul campo alle provocazioni dei romani, più concentrati a parlare che a giocare. Al gol di Moroz risponde ancora Grossi che accorcia, ma poi salgono in cattedra Moroz e Yasinsky, e soprattutto Fedossenko, che ribadisce a tutti che è lui a dettare legge in campo (pur non essendo un nazionale ed avendo una carta d’identità non proprio a suo favore…). Grazie ai suoi assist i gol diventano 6, con marcature di Bartneuski e ancora Moroz per la personale tripletta. Ottime le prove dei difensori, dove a Cavriani e Calzolari si sono alternati Santini e Pola. In attacco Castaldini è sempre più parte integrante del gioco e in mezzo al campo è Tartari a mettere ordine e soprattutto a spegnere sul nascere le sortite romane. Una menzione particolare al giovanissimo Toselli, che con una partita di sacrificio ha annullato Herrera. Altra menzione per il sempreverde Fedossenko, che oggi ha fatto vedere i sorci verdi al suo marcatore e al libero avversario, applaudito a scena aperta dopo aver mostrato un po’ di hockey a chi ancora era in passeggino, mentre lui già calcava la fascia le prime volte a Bondeno (magari con meno “arroganza” si può anche imparare qualcosa…). Ottima in generale la prova di tutta la squadra, che ha tenuto bene il campo per tutti i 70 minuti, senza cali di concentrazione. Bene i giovani, con Reggiani decisivo in diverse belle parate, che hanno tolto ogni speranza di rimonta ospite.
Sabato scorso è stata soprattutto la partita di Capitan Ghisellini, che ha festeggiato con una prova superba i suoi 30 anni di hockey, in mezzo all’abbraccio di tutti i suoi compagni e di tutta la tifoseria, accorsa al campo Giatti per omaggiare il pilastro della difesa.
Con questa vittoria l’HC Bondeno si piazza al definitivo terzo posto in classifica, ad un solo punto dalla seconda piazza. Un ritorno entusiasmante quello dei matildei, che in 7 partite hanno accumulato la bellezza di 16 punti.
Ecco i giocatori scesi in campo sabato: Reggiani, Ghisellini, Cavriani, Calzolari, Tartari, Yasinsky, Bergamini, Fedossenko, Moroz, Bartneuski, Castaldini, Costanzelli, Pola, Santini, Coni, Toselli.

Nella foto:
Ghisellini in controllo palla

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*